Creta 2004

Creta 8 – 22 Agosto 2004

Domenica, 8 Agosto: Pisa, Bologna, Héraklion, Elounda
Ore 9,15 di una bella mattina di sole, finalmente il tanto atteso giorno dell’inizio della nostra vacanza sull’isola di Creta è arrivato. Partenza da Pisa in direzione Bologna con un’auto noleggiata da Hertz all’aeroporto G. Galilei, ed è solo la prima tappa. Sarà una giornata lunga questa, ma Continue reading“Creta 2004”

Angelino Jolie

angelino-jolie

Ho chiamato così questo piccolo coniglietto che ho fatto appositamente per mia mamma. Lei fa collezione di angeli di ogni tipo da molti anni, ma un “conigliangelo” così non ce l’aveva di sicuro… Ho realizzato questa deliziosa creaturina seguendo le spiegazioni che ho trovato nel libro Toy Knits, ed è stato abbastanza semplice anche questa volta. Questo coniglietto è decisamente più piccolo del Charlie Bear, è alto in tutto non più di 20 cm e per realizzarlo ho utilizzato ferri n° 3 e lana sottile color tortora, mentre la tunichetta è fatta con ferri n° 3,5 e un morbidissimo filato color panna. Le ali dell’angioletto del libro erano previste di cartoncino dorato ritagliato e stondato ai bordi, ma a me non piaceva molto l’idea di un materiale così rigido vicino a tanta morbida lana. Così ho utilizzato un cerchio di tulle da bomboniere bordato di nastro di raso avorio, che ho ripiegato al centro dandogli il più possibile la forma di ali, fermandolo al corpo del coniglietto con un nastrino color oro incrociato sul davanti, che in questo modo è diventato anche la rifinitura della piccola tunica. Non è esattamente uguale a quello del libro ma a me piace molto così, mi da un senso più di soffice e “angelico” col tulle che spunta alle spalle del coniglietto, e poi a mia mamma è piaciuto tantissimo e questa è l’unica cosa che conta !

Charlie Bear

charlie-bear

Ed ecco qua il mio Charlie Bear finalmente completato! Tutto sommato è stato più semplice del previsto da realizzare, le spiegazioni erano chiare e semplici ed è bastata un po’ di pazienza per portarlo a termine senza particolari difficoltà. Ho utilizzato una lana sport abbastanza grossa e morbida per il corpo lavorata con ferri n° 4,5 mentre per il vestito sono passata a ferri n° 4, come da indicazioni. Ho iniziato realizzando i singoli arti e il corpo, cucendoli e riempiendoli di ovatta da imbottiture via via che li finivo. Per ultima ho fatto la testa, e dopo aver riempito e attaccato le orecchie ho ricamato gli occhi e la bocca e cucito il naso (grazie a mia mamma e alla sua bravura per il suo aiuto tecnico in questa operazione così delicata). La fase meno divertente è stata forse quella dell’assemblaggio, con tutte quelle cuciture e fermature di fili, ma alla fine ero decisamente soddisfatta del risultato ! Fare il vestitino è stato semplicissimo rispetto al resto, e quando gliel’ho infilato e ho visto che tornava tutto alla perfezione ero così contenta del risultato che non potevo credere di averlo fatto io ! Per essere il primo animale in assoluto che realizzo con i ferri direi che è andata benissimo, e credo proprio che questo sarà il primo di una lunga serie… Ho fatto questo adorabile Charlie Bear per regalarlo a Luca mio perché sapevo che gli sarebbe piaciuto molto, e così è stato. So che si prenderà grande cura di lui. Ancora grazie a Julie Williams per essere stata la mia ispirazione in questo progetto.