Scoiattolo

Non realizzo quasi mai gli stessi progetti di animali più di una volta e difficilmente riesco a separarmi da una mia creatura dopo averla finita, ma questa era un’occasione speciale e ho preparato questo regalo con molto piacere. La destinataria è una ragazza molto simpatica che ne avrà grande cura, e visto che lo scoiattolo è il suo animale preferito ho scelto di rifare il mio progetto di Ernesto Rosicchialesto, apportando solo piccole variazioni per renderlo unico e speciale.

Il pattern è ancora quello dei Woodland Animals di Amy Gaines, molto semplice e veloce da eseguire, per il quale questa volta ho utilizzato ferri di 3,5mm e due fili di lana sottile nei toni del nocciola e dell’arancione uniti insieme a creare spessore e un effetto melange. Utilizzare ferri un po’ più piccoli e lana più sottile mi ha permesso di ottenere una trama più fitta, e quindi ho potuto imbottire il corpo ben bene e dargli una forma tondeggiante e paffuta senza correre il rischio che il bianco dell’ovatta si intravedesse all’esterno attraverso le maglie. Le zampette sono fatte con la stessa lana bicolore, le orecchie sono ritagli di panno marrone e beige cuciti alla base e fissati sopra la testa, mentre i dettagli del muso sono ricamati con lana nera.

Per la coda ho utilizzato la stessa lana che avevo usato per la coda di Ernesto, un filato speciale arricchito di ciuffi lanosi di varie sfumature dal marrone all’arancio al beige al grigio mischiati a piccoli frammenti di stoffa che crea un effetto ideale per questo tipo di dettaglio, rendendo la coda dello scoiattolo, una volta cucita e imbottita, voluminosa, ricca e leggera allo stesso tempo.

Alla fine poi ho lasciato perdere l’accessorio della ghianda e invece, come tocco personalizzato, ho cucito un fiocchetto di raso arancione al collo di Scoiattolo, tanto per renderlo più distinto ed elegante, e adeguato al suo ruolo di regalo speciale.
Mi è piaciuto l’effetto finale di questo progetto semplice e divertente, e direi che ha convinto anche le knitters mie amiche di Ravelry che lo hanno visto, tanto che una di loro lo ha addirittura definito “il James Bond degli scoiattoli ”.
Tutto sommato, mi pare una definizione abbastanza calzante…

8 Commenti

  1. Ciao Mopo! :o)
    Grazie mille, anche questo scoiattolo è venuto carino e il merito è del pattern davvero ben scritto.
    La coda è molto morbida in effetti, sono stata fortunata a trovare quel bellissimo gomitolo di lana così particolare, sembrava fatto apposta per questo progetto!
    Un abbraccio e a presto,
    Sally

  2. Grazie Caudia! :o)
    Sei gentilissima a dirlo, ma questi sono piccoli progetti davvero semplici, e soprattutto divertenti!
    Il merito è del pattern che è scritto benissimo, se lo si segue senza alterarlo il risultato non può che essere buono!
    Buon w-e e a presto!
    Sally

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *