Margherita Dolcevita

Sarà che io adoro Benni e potrei ascoltarlo raccontare per ore, sarà che i suoi ragazzini meravigliosi e puri mi incantano ogni volta che mi capita di incontrarli, che siano orfani o maghi, diavolesse o alieni, sarà che alcuni di loro sono proprio come avrei voluto essere io da bambina e anche – forse ancora di più – da grande. Di fatto c’è che io proprio non resisto alle sue storie, e ogni volta che ho la possibilità di infilarmi dentro ad una nuova avventura raccontata da quella sua voce arguta non riesco a fare a meno di perdermici, e …

Everything is illuminated

Luca mi ha portato questo strano romanzo in versione originale inglese di ritorno da un viaggio di lavoro ad Amsterdam. Avevo già letto un altro libro di Safran Foer, “Molto forte, incredibilmente vicino” e mi era piaciuto abbastanza, soprattutto per la delicatezza e la tenerezza con la quale trattava il tema doloroso di un bambino che ha perso suo padre nell’attacco al WTC. Questo romanzo però è molto diverso, e devo ammettere che non sapevo esattamente di cosa si trattasse nel momento in cui ho cominciato a leggerlo. Jonathan, un giovane ebreo americano, intraprende un avventuroso viaggio in Ukraina con …

L’eleganza del riccio

Muriel Barbery, Mondadori 2008 Era tanto tempo che non leggevo un romanzo scritto così bene – proprio bello nel senso estetico del termine, bella la prosa, la struttura, la lingua. Opera prima di un’insegnante di filosofia, è diventato un caso letterario in Francia e direi che lo si può decisamente definire un romanzo “francese”. Per l’eleganza, la sofisticatezza, la raffinatezza, e anche per quella piccola punta di snobismo che è il marchio di fabbrica dei francesi, noblesse oblige. Le protagoniste, Renée e Paloma, sono personaggi straordinari ognuna a modo suo, la prima è una portinaia di mezza età in un …