Info



Categorie

Clara

"Non è vero che il mondo è piccolo. Non è neppure vero che è un 'villaggio globale', come pretendono i mass media. Il mondo è grande e diverso. Per questo è bello: perché è grande e diverso, ed è impossibile conoscerlo tutto." Antonio Tabucchi

“Yesterday is History. Tomorrow is a Mystery. But today is a gift. That is why it is called the "Present." Master Oogway

“Se i tempi non richiedono la tua parte migliore, inventa altri tempi.” Baolian, libro II

“O guardi o giochi”. Gould

“Ma così è la vita: se incontri un essere umano nella folla, seguilo... seguilo.” Benjanim Malaussène

“Non voglio nessuno, sulla mia lancia, che non abbia paura della Balena”. Achab

I never blame failure -- there are too many complicated situations in life -- but I am absolutely merciless toward lack of effort. F. Scott Fitzgerald

Stay hungry, stay foolish. Steve Jobs

Archivi

Tag Cloud

Free Tibet

Io sono MiaSally su

Cerca nel sito

Links:

Commenti

Scoiattolo

2 dicembre, 2010 in Knitting. Commenti: 8

Non realizzo quasi mai gli stessi progetti di animali più di una volta e difficilmente riesco a separarmi da una mia creatura dopo averla finita, ma questa era un’occasione speciale e ho preparato questo regalo con molto piacere. La destinataria è una ragazza molto simpatica che ne avrà grande cura, e visto che lo scoiattolo è il suo animale preferito ho scelto di rifare il mio progetto di Ernesto Rosicchialesto, apportando solo piccole variazioni per renderlo unico e speciale.

Il pattern è ancora quello dei Woodland Animals di Amy Gaines, molto semplice e veloce da eseguire, per il quale questa volta ho utilizzato ferri di 3,5mm e due fili di lana sottile nei toni del nocciola e dell’arancione uniti insieme a creare spessore e un effetto melange. Utilizzare ferri un po’ più piccoli e lana più sottile mi ha permesso di ottenere una trama più fitta, e quindi ho potuto imbottire il corpo ben bene e dargli una forma tondeggiante e paffuta senza correre il rischio che il bianco dell’ovatta si intravedesse all’esterno attraverso le maglie. Le zampette sono fatte con la stessa lana bicolore, le orecchie sono ritagli di panno marrone e beige cuciti alla base e fissati sopra la testa, mentre i dettagli del muso sono ricamati con lana nera.

Per la coda ho utilizzato la stessa lana che avevo usato per la coda di Ernesto, un filato speciale arricchito di ciuffi lanosi di varie sfumature dal marrone all’arancio al beige al grigio mischiati a piccoli frammenti di stoffa che crea un effetto ideale per questo tipo di dettaglio, rendendo la coda dello scoiattolo, una volta cucita e imbottita, voluminosa, ricca e leggera allo stesso tempo.

Alla fine poi ho lasciato perdere l’accessorio della ghianda e invece, come tocco personalizzato, ho cucito un fiocchetto di raso arancione al collo di Scoiattolo, tanto per renderlo più distinto ed elegante, e adeguato al suo ruolo di regalo speciale.
Mi è piaciuto l’effetto finale di questo progetto semplice e divertente, e direi che ha convinto anche le knitters mie amiche di Ravelry che lo hanno visto, tanto che una di loro lo ha addirittura definito “il James Bond degli scoiattoli ”.
Tutto sommato, mi pare una definizione abbastanza calzante…

_____________________________________________________________

Ernesto Rosicchialesto

18 novembre, 2009 in Knitting. Commenti: 2

CIMG6563CIMG6566CIMG6546CIMG6545

Mi sono innamorata di questo simpaticissimo scoiattolo nel momento stesso in cui ho sfogliato il booklet con gli animali del bosco di Amy Gaines, acquistato per realizzare il gufo Anacleto. Così qualche tempo fa, volendo fare un piccolo regalo a mio zio che vive in montagna e adora gli animaletti buffi, mi sono ricordata immediatamente di lui e mi è parso perfetto per l’occasione. Avevo già tutte le lane necessarie per realizzarlo tranne quella per la coda, che doveva essere molto particolare, ma quando sono andata a cercarla al negozio di lane non ho trovato nulla di simile al filato indicato nel pattern. Però ho trovato un gomitolo fantastico di lana mista a fibre di stoffa lunghe e sfumate proprio nei colori del sottobosco che mi è sembrata ottima per il mio scopo – e d’altra parte la signora non aveva troppi consigli da darmi riguardo al suo essere adatta o meno per fare la coda di uno scoiattolo… L’unica soluzione era provarla, ed è quello che ho fatto. Il pattern è molto semplice e molto ben spiegato, la base è realizzata tutta in un pezzo partendo dal fondo, aumentando via via per il corpo e calando di nuovo per il collo, tutto con ferri di 4mm. Da lì si riprende ad aumentare per fare la testa, scalando ancora fino ad arrivare a chiudere tutte le maglie. A parte si fanno le braccia leggermente riempite di ovatta, e poi le minuscole zampette da fissare sotto al corpo cucito e imbottito fino a farlo diventare bello tondeggiante. La lana per la coda si è confermata perfetta sia per spessore che per effetto finale, è stata solo necessaria un po’ più di attenzione durante la lavorazione poiché le lunghe fibre di tessuto tendevano a restare un po’ scomposte, ma alla fine, dopo averla chiusa e imbottita, è risultata perfetta. L’ho riempita di filo di lana nocciola invece che di ovatta per evitare che eventuali ciuffetti bianchi spuntassero dalle maglie, e direi che è un’ottima soluzione in casi come questo in cui la lana grossa crea una trama abbastanza rada. Dopo aver ricamato naso e occhi ho ritagliato le orecchie dal panno marrone e beige e le ho cucite con pochi punti e filo di sigaretta in cima alla testa, completando così lo scoiattolo. La ghianda è stata semplice da fare, la cosa particolare è che il guscio è staccabile, il frutto si fa a parte e si inserisce nel cappuccio dopo averlo riempito, una soluzione insolita e molto carina. E’ venuta solo un po’ più grande di quanto mi aspettassi, ma mio marito ha detto che è evidente che la dimensione della ghianda la dice lunga riguardo all’aspetto florido dello scoiattolo…
Alla fine sono stata molto soddisfatta di come è venuto Ernesto, è simpatico e buffo, ed è stato molto divertente da fare. A mio zio è piaciuto tantissimo, e gliel’ho affidato volentieri perché sono sicura che ne avrà ottima cura.

_____________________________________________________________